Franceso Casagrande smette: ecco la sua favolosa carriera | 365mountainbike
Connect with us

La nostra redazione

365mountainbike
ItalianEnglish

Approfondimenti

Franceso Casagrande smette: ecco la sua favolosa carriera

Francesco Casagrande, atleta inossidabile: uno dei migliori stradisti alla fine degli anni ’90 convertitosi poi in grandissimo biker.


Francesco Casagrande è nato a Firenze il 14 settembre 1970. Professionista su strada dal 1992 (alla Mercatone Uno) al 2005 (Naturino-Sapore di Mare), dove ha ottenuto vittorie prestigiose. Nel suo palmares troviamo una Freccia Vallone, una Milano-Torino, Clásica de San Sebastián (2 volte), Tirreno-Adriatico e Tour de Suisse. Nel 1997 fu 6° nella generale al Tour de France.

Rimpianto per il Giro d’Italia, perso per un soffio ai danni di Stefano Garzelli nel 2000. Nel 2000 fu anche numero 1 nel ranking UCI.

A fine 1998 fu rilevata la sua positività a due controlli antidoping svolti nell’aprile precedente, con anomalie nel parametro testosterone: dimostrò che la positività era dovuta all’assunzione di un farmaco e fu squalificato per tre mesi dalla giustizia sportiva italiana, ma l’UCI si appellò al tribunale di Losanna, ottenendo il raddoppio della pena; scontò infine cinque mesi, dal 1º gennaio al 31 maggio 1999.

Rientrato alle corse nel giugno 1999 con la Vini Caldirola-Sidermec, vinse il prestigioso Giro di Svizzera e ottenne il bis di vittorie sia al Trofeo Matteotti che alla Clásica San Sebastián; a fine stagione fu 4° ai campionati del mondo a Verona. Nel 2000 ottenne podi in diverse gare di Coppa del mondo (secondo alla HEW Cyclassics e al Giro di Lombardia, terzo al Campionato di Zurigo), piazzamenti che gli consentirono di concludere la stagione al numero 1 della classifica individuale mondiale UCI.

2001-Giro-dellEmilia-Jan-Ullrich-attacca-verso-San-Luca.-Alle-sue-spalle-Francesco-Casagrande-Davide-Rebellin-Eddy-Mazzoleni-Massimo-Donati
Giro dell’Emilia 2001: Casagrande risponde a Jan Ullrich

2001-2005: l’esclusione dal Giro, gli ultimi anni e il ritiro

Passato alla Fassa Bortolo nel 2001, vinse Coppa Agostoni e Trofeo Melinda e piazzandosi secondo nella Clásica San Sebastián. Nel 2003 si trasferì alla Lampre di Giuseppe Saronni. Tra giugno e agosto vinse due tappe al Tour de Suisse, e per la seconda volta la Coppa Agostoni e il Trofeo Melinda. Nella prima metà del 2004 rimase spesso fermo per un’infiammazione al tendine di Achille.

Lasciò il ciclismo professionistico il 2 maggio 2005. In 14 stagioni vestì la maglia della Nazionale per undici volte tra Mondiali e Giochi olimpici.

LA MOUNTAIN BIKE

Francesco Casagrande 2017
Francesco Casagrande con Cicli Taddei, la sua squadra fissa in MTB (2017)

Nel 2009 torna a correre, stavolta in mountain bike, con la ASD Cicli Taddei di Santa Croce sull’Arno.

Nel corso degli anni è riuscito a vincere quasi tutte le principali Gran Fondo della Toscana tra cui: G.F. Monteriggioni, G.F. Montalcino, Casentino bike, Piazza a Piazza. Nel 2017 (a 47 anni) viene anche convocato in Nazionale dal ct Mirko Celestino per la prova dei campionati del mondo di marathon a Singen.

In questi anni ha dimostrato la sua immensa classe, spesso mettendosi dietro fior fior di Elite nonostante la sua veneranda età.

Francesco Casagrande, il 24 Settembre 2022, decide di appendere definitivamente la bici al chiodo dopo il malore avuto alla Rampiconero: Francesco ha chiuso la gara al 3° posto dietro Aleksei Medvedev e Alessio Agostinelli, ma finita la gara si è sentito male ed è stato trasportato all’ospedale per un problema cardiaco.

Un grandissimo applauso a un vero e proprio campione del ciclismo. Grazie di tutto Francesco.

Casagrande 2021


Scritto da

davide.finetto@365mountainbike.it Sono un appassionato di tutto ciò che ha 2 ruote: in età giovanile ho praticato agonisticamente il ciclismo su strada e su pista (campione Italiano Allievi). All'età di 18 anni sono passato nel cross country gareggiando a livello nazionale/internazionale come Under23. Passato Elite, ho fatto la scelta di prendere le cose più alla leggera dal punto di vista dell'allenamento, ed ecco che è nato l'amore per le discipline gravity, formandomi come maestro e guida FCI MTB. Ora ho fatto della mia passione la mia professione gestendo 2 centri MTB all'isola d'Elba (Bike Center Elba ed Elba MTB), creando il FANTAmtb e raccontando in modo ironico, ma professionale, tutto quello che ruota attorno alla MTB grazie a 365mountainbike e 365tv (YouTube 'PULITI dentro BIKER fuori').

ARTICOLI CORRELATI

Jaroslav Kulhavy nazionale XCM 2022 Jaroslav Kulhavy nazionale XCM 2022

Jaroslav Kulhavy si ritira, a fine 2022, dal professionismo

Approfondimenti

Team Full Dynamix 2011 Team Full Dynamix 2011

Anche Johnny Cattaneo dice addio in questo 2022

Approfondimenti

Aspettando la Red Bull Rampage: Brandon Semenuk

Approfondimenti

Advertisement

NORMATIVA DEONTOLOGICA - NORMATIVA FACT CHECKING - CORREZIONI
365mountainbike è una testata giornalistica registrata al tribunale civile e penale di Verona in data 10/01/2012
Copyright © 2019 | 365 sport srl (04835100233)
via Brenta, 7 - 37057 San Giovanni Lupatoto (VR)

© 365 sport srl Tutti i diritti riservati. Gli articoli contenuti nel sito non possono essere copiati o riprodotti con altri mezzi senza una licenza concessa dell'autore. La riproduzione pubblica di un contenuto del sito, in tutto o in parte, con qualsiasi mezzo, senza l'espressa autorizzazione scritta dall'autore, è vietata.

Connect