Connect with us

CONTATTACI (redazione)

365mountainbike

News

VIDEOINTERVISTA – Peterhansel e la Dakar preparata usando una e-mtb

Stéphane Peterhansel ha appena concluso la sua 35esima Dakar, aggiungendo un nuovo record di successi grazie al successo nella seconda tappa.

L'Audi elettrica usata da Peterhansel durante la Dakar
L'Audi elettrica usata da Peterhansel durante la Dakar - Foto: Flavien Duhamel / Red Bull Content Pool

Il pilota ha vinto il più leggendario dei rally 6 volte in moto e 8 in auto, con 83 successi di tappa complessivi.

C’è anche un poco dell’italiana THOK E-Bikes dietro l’ultimo record registrato da Stéphane Peterhansel alla Dakar. Il 58enne pilota, aggiudicandosi la seconda frazione dell’edizione 2024 ha raggiunto Ari Vatanen in testa alla graduatoria dei vincitori di tappa in auto. Un primato che aggiunge agli altri tre già detenuti (6 vittorie finali come motociclista; 8 vittorie finali in auto; 33 successi di tappa sulle due ruote).

THOK E-Bikes - Stéphane Peterhansel riding e-mtb LOW RESOLUTION (2)
THOK E-Bikes – Stéphane Peterhansel riding e-mtb

È un peccato che il celeberrimo rally non preveda anche una categoria per le e-mtb… l’ambassador di THOK avrebbe potuto farci un pensierino nel 2025: da oltre un anno infatti, sia lui che il copilota Edouard Boulanger svolgono una parte della propria preparazione fisica e allenano reattività e velocità utilizzando le biciclette messe a disposizione dalla marca di culto italiana.
Vedendolo pedalare e conoscendo la sua passione per ogni forma di mezzo a motore, non ci sarebbe stato di che stupirsi.

Dopo la sua 35esima partecipazione al più iconico dei rally, “mr. Dakar” racconta ora in un video la sua lunga carriera, rivelando qualche segreto relativo alla preparazione affrontata prima dell’ultima maratona corsa nel deserto.

Il rally Dakar è una delle competizioni più impegnative al mondo: moto, quad, auto e camion ogni anno affrontano deserti con dune altissime, montagne e terreni di ogni tipo, sfidandosi su percorsi sempre diversi, in una competizione che costringe mezzi meccanici e piloti al di là dei propri limiti.

Parte del successo di Peterhansel è dovuta a una ferrea autodisciplina, alla capacità di gestire la pressione e di affrontare le sfide con calma, apprendendo dai propri errori. Se alcune di queste doti sono probabilmente innate, molto altro è però frutto di allenamenti e della sua apertura a modi sempre nuovi di prepararsi alle gare.

Stéphane Peterhansel on THOK E-Bikes e-mtb LOW RESOLUTION

L’abilità alla guida, la resistenza fisica e mentale sono sicuramente doti che il due volte Campione del Mondo di Enduro (questo non l’avevamo detto?) ha saputo coltivare con sessioni di allenamento specifiche. È significativo che un appassionato di motori come lui si sia rivolto alla bicicletta per tirare fuori nuove risorse nella seconda parte della sua lunghissima carriera.

“Mi piace tantissimo fare del downhill -ha commentato Peterhansel- ma se vuoi scendere prima occorre salire e per andare in salita velocemente serve molta energia. Questo è il motivo per il quale ho iniziato a usare una e-bike, puoi raddoppiare il numero di discese.
Uso molto la bicicletta anche per allenarmi: è un ottimo esercizio per educare la vista, che è l’elemento chiave per andare forti in auto in gare come la Dakar.
Quando vai in discesa trovi pietre, salti, imprevisti… allenare gli occhi e i tempi di reazione è fondamentale.
Inoltre bisogna pensare che non abbiamo a disposizione la macchina che usiamo in gara. L’allenamento è possibile solo durante i test, quindi due o tre volte all’anno. Di conseguenza ogni pilota pratica altri sport, e a me piace andare in bici”.

Peterhansel ha usato dapprima una TK01 R ed è poi passato, da fine 2023, al modello Gram RC.

“La TK01 è il miglior compromesso per le mie necessità: è molto equilibrata, mi dà sicurezza in discesa. – ha dichiarato – Non c’è gran differenza tra la TK01 e una tipica bici da downhill. Ha buone sospensioni, buon equilibrio, ottimi freni. Anche la posizione in sella è per me ottima. L’ho trovata perfetta per le mie esigenze.
Ho poi provato la Gram e mi ha sorpreso soprattutto in salita, per quanto è attaccata al terreno: permette di pedalare senza impennarsi”.
La partnership con THOK E-Bikes non è casuale: “Con THOK condividiamo lo stesso spirito – continua Peterhansel – Entrambi viviamo con passione ciò che facciamo e THOK non è solo un’azienda concentrata solo sul business, è business che arriva da cuore e passione. Amo questo approccio. La sensazione è di essere in famiglia. Mi piace l’idea di essere una piccola parte di questa famiglia”:



Scritto da

[email protected] Hai una novità? Un evento? Un prodotto che pensi possa stupire il pubblico della MTB? Scrivici! Tutto quello che riguarda il fuoristrada: dal ciclocross al cross country, dal downhill all'enduro, senza dimenticare il ciclomercato, le curiosità e la tecnica. Per contatti commerciali, invece, scrivere a: [email protected]

ARTICOLI CORRELATI

THOK E-Bikes gatherings (picture 1)_1 THOK E-Bikes gatherings (picture 1)_1

Annunciati i raduni “Powered by THOK”: appuntamenti in tutta Italia

News

Paul Basagoitia 2023 Paul Basagoitia 2023

Paul Basagoitia: Ha battuto la paralisi dopo la Rampage 2015

News

PH @davidemorellophotography Sofia Goggia x Merida PH @davidemorellophotography Sofia Goggia x Merida

Sofia Goggia e la sua passione per la MTB – VIDEO INTERVISTA

Approfondimenti

Advertisement

NORMATIVA DEONTOLOGICA - NORMATIVA FACT CHECKING - CORREZIONI
365mountainbike è una testata giornalistica registrata al tribunale civile e penale di Verona in data 10/01/2012
Copyright © 2019 | 365 sport srl (04835100233)
via Brenta, 7 - 37057 San Giovanni Lupatoto (VR)

© 365 sport srl Tutti i diritti riservati. Gli articoli contenuti nel sito non possono essere copiati o riprodotti con altri mezzi senza una licenza concessa dell'autore. La riproduzione pubblica di un contenuto del sito, in tutto o in parte, con qualsiasi mezzo, senza l'espressa autorizzazione scritta dall'autore, è vietata.

Connect