Connect with us

La nostra redazione

365mountainbike
ItalianEnglish

Test

TEST Technomousse Red Poison EVO: l’inserto per MTB

Più performance e protezione durante le discese più estreme

test red poison evo

Technomousse azienda leader da 60 anni nello stampaggio di materie plastiche crea nel 2015 il primo inserto antiforatura senza data di scadenza. Oggi con anni di esperienza affinata sui campi di gara, al fianco di rider professionisti, mette in campo un’evoluzione del Red Poison, il Red Poison EVO. Questa nuova evoluzione è stata migliorata nel rotolamento, precisione e nel run flat. I fianchi più arrotondati riducono notevolmente l’ingombro laterale liberando le spalle dello pneumatico dal contatto con la mousse, annullando la pressione esercitata sulle spalle, la gomma può lavorare al meglio rendendo la guida più fluida e precisa. Tubeless ready e adatto a tutti i tipi di liquidi di sigillatura, utilizzabile fino a pressioni di 0.7 bar.

red poison evo

Montaggio

A differenza della sorella Green Costrictor (leggi l’articolo test) montare il Red Poison EVO se non l’avete mai fatto non è un’operazione così semplice come viene descritta nella guida o nel tutorial, ma noi di 365 abbiamo pensato anche a questo e con ironia volevamo mostrarvi cosa NON fare.

VIDEO

Senza il sistema smonta gomme di Technomousse il montaggio di quest’inserto provocherà all’interno della vostra mente un’imminente sensazione di rabbia con conseguenti attacchi di ira, e dell’appassionante attività home made, rimarrà solo il ricordo di cerchi distrutti e mousse sbrandellate.

sistema smonta gomme up&down
Smonta gomme Up&Down by TECHNOMOUSSE 

In mancanza dello smonta gomme Up&Down ho usato la scatola contenente il Red Poison. L’altezza e la morbidezza del cartone mi hanno permesso di distribuire la forza esercitata sul cerchio lungo i raggi, senza forzare i coni del mozzo o peggio rovinare il disco del freno.

Test technomousse

Quale posto migliore per il test se non i trail elbani: tracciati mozzafiato caratterizzati dalla grossa presenza di rocce e polvere, condizioni sfavorevoli solitamente, ma perfette per testare questo prodotto. Ho utilizzato i Red Poison per più di tre mesi, anche per il 3° appuntamento del Toscano Enduro Series all’Isola d’Elba. Un terreno impervio quello sul Perone, un fondo prevalentemente roccioso ricoperto da sabbia ha reso questo test una prova di forza.

L’inserto è stato montato su delle gomme 27.5×2.35: all’anteriore SCHWALBE Magic Mary Evo SnakeSkin Super Gravity Addix Soft, al posteriore Vittoria Martello trail tnt 4c graphene 2.0. Per la gara, anche se la costruzione del prodotto risulta solida e capace di resistere ad usi estremi non ho azzardato abbassare troppo la pressione, ma durante il periodo di test ho avuto modo di provare queste mousse anche a pressioni incredibilmente basse, del tipo: 1 bar all’anteriore e 1.2 bar al posteriore.

Questo tipo di valori incrementa eccezionalmente la trazione sui sentieri molto polverosi ed è un toccasana per le contropendenze ma attenzione alle compressioni! Quando si arriva velocemente con ruote troppo sgonfie su delle curve che hanno pendenze in positivo il feeling non è dei migliori.

L’inserto, però, svolge egregiamente il suo compito proteggendo il cerchio e impedendo al copertone di stallonare.

Conclusioni

Un prodotto che decisamente dona un bel vantaggio in termini di sicurezza e performance, una volta provato difficilmente un rider può pensare di ritornare a non utilizzarlo. Trovata la pressione ottimale non dovrete fare altro che mollare i freni e lasciare scorrere la bici.

Che siano curve senza appoggio su fondo sabbioso o delle discese dal fondo roccioso e sconnesso, con i Red Poison avrete la sensazione di guidare più fluidi e le paure per i vostri cerchi spariranno… si spera!



Scritto da

francesco.libro@365mountainbike.it Ciao amici, la mia avventura con 365 è iniziata casualmente trovando un loro video su YouTube e dopo un periodo al Bike Center Elba, sono stato accolto in redazione diventando “l’uomo viaggio”. Ho una smisurata passione per la Mountain Bike in particolar modo per le discipline Gravity, amo mettermi alla prova e aspiro sempre al massimo con l’intento di raggiungere risultati sempre più esaltanti. 𝐓𝐫𝐚𝐢𝐧 𝐭𝐨 𝐖𝐈𝐍, 𝐑𝐮𝐧 𝐟𝐨𝐫 𝐆𝐋𝐎𝐑𝐘

ARTICOLI CORRELATI

test camelbak podium flow 4 test camelbak podium flow 4

Test Marsupio MTB CamelBak Podium Flow 4: design minimalista

Test

red poison evo red poison evo

Mousse MTB: a cosa serve e quali sono i reali vantaggi?

Insights

Casco Endura MT 500 Helmet: il nostro test

Test

Advertisement

NORMATIVA DEONTOLOGICA - NORMATIVA FACT CHECKING - CORREZIONI
365mountainbike è una testata giornalistica registrata al tribunale civile e penale di Verona in data 10/01/2012
Copyright © 2019 | 365 sport srl (04835100233)
via Brenta, 7 - 37057 San Giovanni Lupatoto (VR)

© 365 sport srl Tutti i diritti riservati. Gli articoli contenuti nel sito non possono essere copiati o riprodotti con altri mezzi senza una licenza concessa dell'autore. La riproduzione pubblica di un contenuto del sito, in tutto o in parte, con qualsiasi mezzo, senza l'espressa autorizzazione scritta dall'autore, è vietata.

Connect