Connect with us

La nostra redazione

365mountainbike
ItalianEnglish

News

[Foto-Risultati] Sudtirol Dolomiti Superbike 2022: Paez e Peretti i vincitori

Quarta vittoria per il colombiano alla Südtirol Dolomiti Superbike marathon. Il campione del mondo Seewald si inchina al più vincente di sempre. Tra le donne, una fantastica Claudia Peretti.

Leonardo Paez vince la Dolomiti
Leonardo Paez vince la Dolomiti - ©Newspower

Leonardo Paez, colombiano della Soudal Leecougan, ora davvero è il re della Südtirol Dolomiti Superbike, marathon di 123 km. Oggi, col tempo di 4h43’30”, ha vinto per la quarta volta la gara scattata da Villabassa (BZ) e così è il più vincente di sempre tra i maschi (2006-2016-2021-2022) nel percorso marathon, eguagliando la britannica Sally Bigham (2012-13-14-16).

Fonte: comunicato stampa

Un poker superlativo del sudamericano, soprattutto perché conquistato davanti al campione del mondo Andreas Seewald (GER).

Sudtirol Dolomiti Superbike
©Newspower

La gara femminile ha pure la sua reginetta, un’imbattibile Claudia Peretti (Team Olympia) ha dominato dall’inizio alla fine (3h45’17”) la debuttante 85 km. Adelheid Morath (GER) nulla ha potuto contro lo strapotere della Peretti che le ha inflitto 7’48”, con Debora Piana sul terzo gradino del podio.
Una gara tutta da incorniciare, per i grandi numeri (2500 gli iscritti), per la splendida giornata, per gli scenari di incomparabile bellezza della Val Pusteria, per la solita impeccabile organizzazione, per l’applaudita location e per i molti campioni olimpici, mondiali ed europei in gara. Lo slogan della manifestazione “Explore the legend” non poteva essere più azzeccato.

La gara regina di 123 km con ben 3400 m/dsl ha visto al via i migliori interpreti internazionali delle ruote grasse, ed è stata molto movimentata ed incerta fino all’ultima salita di Prato Piazza. Al primo GPM alla Croda Rossa ha scollinato per primo il due volte iridato Paez, tallonato dal campione del mondo in carica Seewald e dal ceco Petrus, mentre transitava a 20” il colombiano Arias Cuervo e più distante il campione europeo Rabensteiner. La bagarre si è accesa ai 2000m di Prato Piazza, quando dopo una serie di scatti e contro scatti Paez ha messo il turbo guadagnando una quindicina di secondi sul tedesco Seewald. Secondi preziosi, quindi, che gli hanno permesso di trionfare a braccia alzate al traguardo (+28”), un bel regalo di compleanno anticipato visto che domani soffierà su 40 candeline. La maglia iridata Seewald non ha avuto la “gamba” per scappare assieme all’ex iridato, e nemmeno nella lunga discesa che porta al traguardo è riuscito a recuperare il gap. A Villabassa chiude così secondo, seguito dal ciclocrossista ceco Petrus, mentre in volata l’altoatesino Rabensteiner va a prendersi la quarta posizione.

DONNE ELITE

Le donne elite hanno inaugurato invece il nuovo percorso di 85 km e 2360m/dsl, un tracciato altrettanto spettacolare e che ha visto un’atleta sola al comando praticamente fin dall’inizio. Una giornata perfetta per Claudia Peretti (Olympia Factory Team), partita subito forte sulla prima salita ha dimostrato di avere un passo mostruoso rispetto alle inseguitrici Adelheid Morath (GER), Debora Piana e Sandra Mairhofer, le quali hanno formato un “trenino” dandosi continui cambi regolari. Il vantaggio della Peretti sulle tre aumentava a dismisura con il passare dei km, a San Silvestro aveva un vantaggio di 2’, salito poi a 4’ al Rifugio Baranci. Ad attenderla al traguardo c’era un emozionato Marzio Deho, team manager dell’Olympia Factory. A rompere gli indugi la tedesca Adelheid Morath, la quale decide di staccarsi dal terzetto sull’ultima salita lasciando le “compagne di viaggio” Piana e Mairhofer. Con un bel sorriso festeggia Peretti, staccando di ben 7’48” Morath e Piana a 10’22”.

Le donne elite avevano l’obbligo per regolamento di gareggiare sul percorso di 85 km, altre (master) si sono comunque cimentate nella 123 km, con Sara Mazzorana più lesta ad agguantare il primo gradino del podio.

85KM E 60KM

La volata nella 85 km maschile è stata elettrizzante. Nel rettifilo finale si presentano in cinque, due del Cicli Taddei (Failli e Casagrande) con Chiarini, Taffarel e Rosa. Gli ultimi “centimetri” sono tutto un affare fra Failli e Casagrande che finiscono nell’ordine e si mettono dietro per un non nulla Taffarel e un indispettito Rosa. Il gioco di squadra ha vinto.

La 60 km ha celebrato il successo dell’altoatesino Philipp Plunger e della polacca Anna Urban.
Gli arrivi della Südtirol Dolomiti Superbike sono proseguiti fino a pomeriggio inoltrato, per tantissimi bikers il fascino della corsa pusterese e la soddisfazione di tagliare il traguardo valgono bene tanta fatica, a prescindere dal cronometro.

CLASSIFICHE

DOWNLOAD CLASSIFICHE COMPLETE

123 km – Maschile

1. Paez Leon Hector Leonardo Soudal Leecougan 4:43.30,1; 2. Seewald Andreas Canyon Northwave MTB Team 4:43.58,4; 3. Petrus Lubomir D2mont Merida Cycling Team 4:44.37,3; 4. Rabensteiner Fabian Wilier-Pirelli Factory Team 4:47.37,0; 5. Huber Urs Team Bulls 4:47.37,5; 6. Arias Cuervo Diego Alfonso Futura Asd 4:47.39,3; 7. Porro Samuele Wilier-Pirelli Factory Team 4:47.42,2; 8. Claes Frans Loving Hut Mtb Team 4:51.03,4; 9. Vakoc Petr Canyon Northwave Mtb 4:51.43,2; 10. Rauchfuss Marek Ceská Sporitelna-Accolade Cycling Team 4:54.18,2

123 km – Femminile

1. Mazzorana Sara Squadra Cingolani 6:17.12,7; 2. Recchia Greta Cycling Cafe’ Racing Team 6:25.56,5; 3. Caprari Elisabetta Flandres Love-Sportland 6:40.10,2; 4. Anderluh Natalija Hörmann Slovenija Bike Team 7:10.00,8; 5. Leaper Rebecca 7:15.34,3; 6. D Introno Barbara 7:19.26,4; 7. Chisci Rachele 7:22.56,4

85 km – Maschile

1. Failli Francesco Asd Cicli Taddei 3:17.31,8; 2. Casagrande Francesco Asd Cicli Taddei 3:17.32,1; 3. Taffarel Nicola Wilier 7C Force 3:17.32,2; 4. Rosa Massimo Soudal Leecougan 3:17.32,3; 5. Chiarini Riccardo Torpado Suedtirol MTB 3:17.32,5; 6. Cherchi Dario KTM Alchemist Powered Brenta 3:19.00,0; 7. Candeago Andrea Asd Torpado Suedtirol 3:19.04,3; 8. Dal Grande Stefano Asd Cicli Olympia 3:19.18,1; 9. Laposse Lorenzo Bottecchia Factory Team 3:19.19,2; 10. Mazzola Gianantonio New Bike 2008 3:20.37,4

85 km – Femminile

1. Peretti Claudia Olympia Factory Team 3:45.17,4; 2. Morath Adelheid Mount 7 3:53.06,1; 3. Piana Debora Velo Club Cicli Cingolani A.S.D. 3:55.39,5; 4. Mairhofer Sandra Rdr Italia Leynicese Racing Team 3:56.32,0; 5. Scipioni Silvia Asd Cicli Taddei 4:00.45,0; 6. Sheppard Samara Port Nicholson Poneke Mtb 4:03.42,7; 7. Burato Chiara Omap Cicli Andreis 4:08.12,9; 8. Karasiovaitè Greta Torpado Factory Team 4:09.39,9; 9. Nay Alessia Rmv Chur 4:16.20,1; 10. Sesenna Federica Lugagnano Offroad 4:21.22,7

60 km – Maschile

1. Plunger Philipp Martini Speed Team 2:26.46,3; 2. Magnani Alberto Rdr Italia Leynicese 2:27.23,8; 3. Kerschbaumer Stefan Race 2:27.42,9; 4. Laner Andreas Bike Team Gais Asv 2:28.08,1; 5. Galli Maurizio Asd Roccia Di Papa B. 2:30.09,4; 6. Bacher Juri Polisportiva Bike Team 2:30.40,7; 7. Marcher Patrick Bike Team Gais Asv 2:31.09,7; 8. Giovannini Daniele Team Passion Faentina 2:32.28,8; 9. Zaros Tobias ASV Mals Triathlon 2:34.06,0; 10. Viehhauser Peter Martini Speed Team 2:34.15,8

60 km – Femminile

1. Urban Anna Bmc Poland 2:56.25,3; 2. Huber Silvia I-Prags (Bz) 3:02.09,4; 3. Wiesthaler Hannah I-Innichen (Bz) 3:08.26,2; 4. Gietl Elisabeth I-Toblach (Bz) 3:09.39,3; 5. De Lorenzo Poz Luisa Asd Team Estebike Zordan 3:16.07,6; 6. Kaser Isabel Amateursportverein Bike Club Egna 3:19.36,0; 7. Wierer Magdalena Asv Antholzertal 3:20.39,1; 8. Krause Andrea Olmbiker 3:22.07,6; 9. Brugger Daniela Golser/Brugger 3:23.58,8; 10. Vetturini Rebecca Leonardi Racing 3:24.02,7



Scritto da

davide.finetto@365mountainbike.it Sono un appassionato di tutto ciò che ha 2 ruote: in età giovanile ho praticato agonisticamente il ciclismo su strada e su pista (campione Italiano Allievi). All'età di 18 anni sono passato nel cross country gareggiando a livello nazionale/internazionale come Under23. Passato Elite, ho fatto la scelta di prendere le cose più alla leggera dal punto di vista dell'allenamento, ed ecco che è nato l'amore per le discipline gravity, formandomi come maestro e guida FCI MTB. Ora ho fatto della mia passione la mia professione gestendo 2 centri MTB all'isola d'Elba (Bike Center Elba ed Elba MTB), creando il FANTAmtb e raccontando in modo ironico, ma professionale, tutto quello che ruota attorno alla MTB grazie a 365mountainbike e 365tv (YouTube 'PULITI dentro BIKER fuori').

ARTICOLI CORRELATI

Katazina Sosna domina alla Etruscan Katazina Sosna domina alla Etruscan

Katazina Sosna domina alla Etruscan. Dorigoni e South in lotta per il successo

News

Grand Raid BCVS andreas seewald Grand Raid BCVS andreas seewald

L’UCI e la Coppa del Mondo Marathon che ritorna: amore e odio

Insights

mondiali marathon mtb 2020 mondiali marathon mtb 2020

Mondiale MTB Marathon 2026 in Italia a Primiero

News

Advertisement

NORMATIVA DEONTOLOGICA - NORMATIVA FACT CHECKING - CORREZIONI
365mountainbike è una testata giornalistica registrata al tribunale civile e penale di Verona in data 10/01/2012
Copyright © 2019 | 365 sport srl (04835100233)
via Brenta, 7 - 37057 San Giovanni Lupatoto (VR)

© 365 sport srl Tutti i diritti riservati. Gli articoli contenuti nel sito non possono essere copiati o riprodotti con altri mezzi senza una licenza concessa dell'autore. La riproduzione pubblica di un contenuto del sito, in tutto o in parte, con qualsiasi mezzo, senza l'espressa autorizzazione scritta dall'autore, è vietata.

Connect