fbpx
Connect with us

La nostra redazione

Advertisement

Insights

L’importanza di andare da un biomeccanico

Professionista laureato in Scienze Motorie o in Fisioterapia, il biomeccanico del ciclismo – come il nome suggerisce – ha scelto di specializzarsi nel settore del ciclismo.

biomeccanico-ciclismo-ivervision (2)

Il suo obiettivo? Aiutare i ciclisti, professionisti oppure amatoriali, ad individuare la postura più corretta da mantenere sulla sella. In questo modo, si evitano i problemi posturali e si riduce al minimo il rischio di infortuni.

Di cosa si occupa il biomeccanico del ciclismo

Negli ultimi anni, complice la voglia di stare all’aria aperta e la necessità di sposare sport che non prevedono il contatto, il ciclismo ha vissuto un vero e proprio boom. Ecco dunque che, la figura del biomeccanico del ciclismo, ha cominciato a rivestire un ruolo sempre più cruciale e richiesto.

biomeccanico-ciclismo-ivervision (1)

La figura del biomeccanico del ciclismo, per la verità, in Italia non è riconosciuta. Ad oggi esiste solamente un corso che tratta di prevenzione e di miglioramento delle performance attraverso la visita biomeccanica. Corso, questo, riservato ai laureati in Fisioterapia con accreditamento ECM (Educazione Continua in Medicina). Ma di cosa si occupa il biomeccanico del ciclismo nello specifico?

Il biomeccanico del ciclismo studia la relazione tra i punti d’appoggio della bicicletta (sella, pedali, manubrio) e l’applicazione della forza che il corpo genera quando pedala. Un’indagine volta a migliorare l’utilizzo della bici da parte del ciclista, cosicché assuma la giusta postura e pedali in modo efficiente. Scopo della biomeccanica è dunque quello di ridurre il rischio di infortuni e di migliorare aerodinamica e costo energetico della pedalata.

Ti interessa sapere come diventare biomeccanico del ciclismo? Clicca qui.

Perché è importante una visita biomeccanica

La biomeccanica, nel ciclismo, gioca un ruolo fondamentale. Consente infatti di migliorare la prestazione fisica del 50%, di risolvere i problemi di postura, e di prevenire gli infortuni analizzando la potenza muscolare e la posizione sulla bicicletta, così da correggerla e da migliorarla al bisogno. Ecco dunque che, per i ciclisti, una visita biomeccanica è importante.

Andare in bicicletta a lungo con una postura sbagliata può originare disturbi muscolari e articolari. Disturbi che, mentre si pedala, possono tradursi in dolore alle ginocchia e alla schiena o in formicolio alle mani. Ma che, a lungo andare, possono trasformarsi in qualcosa di più serio. Correggere la postura e la pedalata aiuta ad evitarlo.

Che strumenti usa il biomeccanico del ciclismo

biomeccanico-ciclismo-ivervision (3)

Il biomeccanico del ciclismo, effettuando una valutazione biomeccanica, analizza i parametri corporei del ciclista e stabilisce quale è per lui la postura più corretta. Una posizione standard, infatti, non esiste: tutto dipende dalla corporatura, dalla tipologia di bici utilizzata, dagli eventuali problemi riscontrati.

Per effettuare la valutazione, è dunque necessario conoscere l’anatomia corporea, la fisiologia, la fisica e la posturologia: da qui, la necessità di essere laureati in Scienze Motorie o in Fisioterapia.

Quali strumenti usa il biomeccanico del ciclismo? Lo strumento più efficace è rappresentato dal software di analisi biomeccanica. Si tratta di un software di videoanalisi per il bike fit professionale che, nato da una stretta collaborazione tra l’Ingegneria e la Fisioterapia e abbinato ad un adeguato hardware, permette di misurare con estrema precisione la posizione più adeguata da tenere in bicicletta. Posizione, questa, che è valida solo ed esclusivamente per quel ciclista.

Come funziona la visita dal biomeccanico

La visita dal biomeccanico, attraverso il sistema di software e hardware progettato per lo scopo, analizza aspetti quali:
● la posizione del piede sul pedale
● l’altezza della sella
● la posizione del manubrio

Basandosi sui dati ottenuti, la visita permette di ottenere la miglior pedalata possibile per la disciplina praticata (bici da corsa, MTB, crono, downhill, corsa su pista).

Mantenere la postura corretta sulla bici consente di avere una pedalata più efficiente e più competitiva, diminuendo al contempo la probabilità di incorrere in infortuni. Sottoporsi ad una visita biomeccanica consente quindi di trovare la posizione più adeguata per sé.

Scritto da

Tutto quello che riguarda il fuoristrada: dal ciclocross al cross country, dal downhill all'enduro, senza dimenticare il ciclomercato, le curiosità e la tecnica. Per contatti commerciali, scrivere a: [email protected]

ARTICOLI CORRELATI

Scott Spark RC Lars Forster Scott Spark RC Lars Forster

SCOTT SPARK RC Limited Edition per Lars Forster

Insights

e-bike lidl e-bike lidl

Zündapp Z801: opinioni sulla E-BIKE venduta dal LIDL

News

FOCUS 2022 JAM 8.9 FOCUS 2022 JAM 8.9

Focus JAM 2022: tante novità ed integrazioni

News

ISCRIVITI

iscriviti

NORMATIVA DEONTOLOGICA - NORMATIVA FACT CHECKING - CORREZIONI
365mountainbike è una testata giornalistica registrata al tribunale civile e penale di Verona in data 10/01/2012
Copyright © 2019 | 365 sport srl (04835100233)
via Brenta, 7 - 37057 San Giovanni Lupatoto (VR)

© 365 sport srl Tutti i diritti riservati. Gli articoli contenuti nel sito non possono essere copiati o riprodotti con altri mezzi senza una licenza concessa dell'autore. La riproduzione pubblica di un contenuto del sito, in tutto o in parte, con qualsiasi mezzo, senza l'espressa autorizzazione scritta dall'autore, è vietata.

Connect
ISCRIVITI

iscriviti