Connect with us

La nostra redazione


Insights

Alcune critiche sul tracciato di Andorra Coppa del Mondo DH

World Cup Downhill – “I trail builder devono ascoltarci”, questa la lamentela di alcuni atleti.

andorra dh coppa del mondo

Sul web si legge che a molti atleti non sono piaciuti alcuni passaggi presenti nella Coppa del mondo Dh ad Andorra. I piloti si sono lamentati che la pista, in alcuni punti, era molto pericolosa.

LEGGI I REPORT DELLE GARE

In linea di massima, le sezioni naturali e grezze piacciono molto mentre quelle artificiali un po’ meno, oltre a risultare pericolose. Pippo Marani, ideatore della Black Snake, è sempre stato un sostenitore di questo pensiero.

Sembra essere incredibilmente difficile per i trail builder giudicare quanto velocemente possano correre gli atleti il giorno della gara: dopotutto, sono i più veloci al mondo, quindi non ce ne sono molti che possano fare la cavia e quando arrivano feedback dagli “atleti veri”, non dovrebbero essere ignorati.

A supporto dei trail builder, si sono fatte delle modifiche in corso d’opera al tracciato, ma i tratti artificiali sono stati un grosso problema, specialmente quelle curve di 90 gradi nel finale con relativo drop e sprint verso il traguardo.

JOLLY DI FINN ILES

Finn Iles ha chiuso al 3° posto in seguito ad una run con molti rischi, compreso l’ultimo a pochi metri dall’arrivo dopo quel salto in curva che non ha risparmiato invece il giovane talento Remy Meier-smith (video più sotto).

FLORENT DALVET

Il giovane rider francese Florent Dalvet è stato vittima di questa brutta caduta che gli è costata la rottura di tibia e perone. Ha dichiarato un problema con il marshall che gli ha sbandierato la bandiera rossa troppo tardi.

In conclusione i tracciati artificiali, i salti, i drop danno tanta spettacolarità per le riprese in TV ma portano gli atleti a maggiori rischi. Vediamo che direzione prenderà il mondo della Downhill nel futuro.



Scritto da

[email protected] Sono un appassionato di tutto ciò che ha 2 ruote: in età giovanile ho praticato agonisticamente il ciclismo su strada e su pista (campione Italiano Allievi). All'età di 18 anni sono passato nel cross country gareggiando a livello nazionale/internazionale come Under23. Passato Elite, ho fatto la scelta di prendere le cose più alla leggera dal punto di vista dell'allenamento, ed ecco che è nato l'amore per le discipline gravity, formandomi come maestro e guida FCI MTB. Ora ho fatto della mia passione la mia professione gestendo 2 centri MTB all'isola d'Elba (Bike Center Elba ed Elba MTB), creando il FANTAmtb e raccontando in modo ironico, ma professionale, tutto quello che ruota attorno alla MTB grazie a 365tv.

ARTICOLI CORRELATI

jolanda neff mont sainte anne jolanda neff mont sainte anne

Coppa del Mondo XC: Martina Berta 4° posto a Mont Saint Anne

News

martin-vidaurre-petropolis martin-vidaurre-petropolis

Nessuna sorpresa a Mont Sainte Anne U23: vince Martin Vidaurre

News

Sara Cortinovis Sara Cortinovis

Sara Cortinovis terza classificata a Mont Sainte Anne U23

News

NORMATIVA DEONTOLOGICA - NORMATIVA FACT CHECKING - CORREZIONI
365mountainbike è una testata giornalistica registrata al tribunale civile e penale di Verona in data 10/01/2012
Copyright © 2019 | 365 sport srl (04835100233)
via Brenta, 7 - 37057 San Giovanni Lupatoto (VR)

© 365 sport srl Tutti i diritti riservati. Gli articoli contenuti nel sito non possono essere copiati o riprodotti con altri mezzi senza una licenza concessa dell'autore. La riproduzione pubblica di un contenuto del sito, in tutto o in parte, con qualsiasi mezzo, senza l'espressa autorizzazione scritta dall'autore, è vietata.

Connect